MAGAZINE
multitasking_ricerca_studio
Multitasking: perché le donne sono più efficaci?
20 marzo 2017
esami_donna_incinta
Calendario degli esami: il secondo trimestre
24 marzo 2017

La PCOS (sindrome dell’ovaio policistico) è una condizione comune tra le donne in età fertile, le cui cause primarie non sono ancora definite. Si stanno però facendo passi da gigante in questa direzione. Gli studi più recenti ci dicono infatti che intervenire sull’alimentazione attenua e può persino curare questa sindrome. 

Nella sindrome dell’ovaio policistico l’equilibrio tra ormoni femminili e maschili è spesso alterato, l’elevata concentrazione di androgeni comporta irregolarità del flusso mestruale, acne e irsutismo.
Gli scienziati ci spiegano che lo squilibrio è causato dall’insulino-resistenza dell’organismo: ovvero le cellule del corpo reagiscono meno al rilascio dell’ormone insulina, così i glucidi e gli altri nutrienti vengono metabolizzati meno efficacemente. Tra le diverse conseguenze, una di queste è che è più facile accumulare massa grassa.

Affrontare il problema con la pillola anticoncezionale senza considerare gli aspetti alimentari può non essere sufficiente e non risolve comunque le cause alla base della malattia.

Uno dei motivi principali che alimenta la resistenza insulinica, aumentando il rischio di sviluppare la sindrome dell’ovaio policistico, è l’infiammazione cronica di basso grado. Questa è una condizione patologica dell’organismo sempre più diffusa e legata al tipo di alimentazione che ognuno ha.

Identificare i livelli di BAFF e di PAF (citochine infiammatorie) nel tuo corpo tramite un test specifico come il Recaller permette di studiare un profilo alimentare individuale e di seguire una dieta di rotazione personalizzata. In questo modo si riduce il livello di infiammazione dell’organismo e quindi anche la resistenza insulinica.

In generale ti consigliamo di seguire alcuni accorgimenti per intervenire efficacemente sulla PCOS:

  • Evita zuccheri semplici e dolcificanti, preferisci i prodotti integrali
  • Cerca di bilanciare carboidrati e proteine in ogni piatto
  • Svolgi frequentemente attività fisica
  • Assumi prodotti che possono aiutarti a riequilibrare lo scompenso insulinico, come cromo e magnesio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *