MAGAZINE
download
Ravanelli: una protezione per gli occhi
3 agosto 2017
close-up-1835491_1920
Ananas: casa di un enzima prezioso per la salute
12 agosto 2017
Show all

L’aglio e le sue virtù terapeutiche

matthew-pilachowski-736

L’aglio è della famiglia delle Amaryllidaceae, originaria dell’Asia Centrale, le sue prime tracce si ritrovano presso gli antichi sumeri, poi gli egizi, i greci e infine i romani. I popoli antichi lo utilizzavano contro diversi disturbi come: i problemi cardiovascolari, la stanchezza e le infezioni.

Anticancro

Contribuisce nella prevenzione dei tumori, in particolare dell’intestino e dello stomaco. Mangiare 5/6 spicchi al giorno, riduce il rischio rispettivamente del 30 e del 50%. Questo miracoloso alimento impedisce alle cellule cancerogene di svilupparsi e limita i danni delle sostanze nocive.

Elisir di giovinezza

L’aglio è ricco di antiossidanti, minerali come potassio fosforo, zolfo e calcio, oligominerali come zinco, boro, selenio, manganese e rame. Inoltre ha proprietà diuretiche graze al rapporto sodio/potassio e la presenza di polimeri del fruttosio.

Antiraffreddore

Efficace contro virus e batteri che attaccano l’apparato respiratorio! Se presi sul nascere, influenze e raffreddori possono essere indeboliti dall’aglio (ovviamente se assunto in abbondanza soprattutto all’inizio dei sisturbi, quasi come un terapia d’urto).

Alleato del sistema cardiovascolare

L’aglio ha l’effetto benefico di ridurre il tasso di colesterolo e di trigliceridi nel sangue soprattutto se assunto nell’ambito di una dieta equilibrata e adatta al nostro organismo. Per avere questo effetto benefico si consiglia di assumere 4-5 g di aglio crudo al giorno che potrebbe, inoltre, contribuire anche alla riduzione della tensione arteriosa.

Vermifugo

L’aglio è davvero un ottimo compagno di battaglia contro i parassiti che si insediano nell’intestino. Il consiglio è quello di bere ogni mattina un decotto preparato con latte e spicchi tritati di aglio per qualche settimana.

Curiosità:

-Si racconta che durante la seconda guerra mondiale l’esercito russo utilizzasse l’aglio al posto della penicillina.

-Alcuni studi sugli abitanti di una regione della Cina (grandi produttori e consumatori di aglio) hanno rilevato una concentrazione notevole di centenari in ottima salute. Ma allora l’aglio è davvero un alimento che fa vivere meglio e più a lungo?

-Il suo odore lo si deve ai numerosi composti organici di zolfo (tra cui l’aliina).

Vuoi conoscere l’alimentazione adatta a te sulla base del tuo DNA? Scopri BiotechSol Nutritest, scarica l’esempio del referto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *