MAGAZINE
ovaio_policistico_frasi
PCOS, intervieni sulla tua alimentazione
22 marzo 2017
cosmetici_gravidanza
Truccarsi in gravidanza? Ecco a cosa fare attenzione
27 marzo 2017
Show all

Calendario degli esami: il secondo trimestre

esami_donna_incinta

Sei entrata nella 14esima settimana di gravidanza, ed è ora di capire quali sono gli esami da fare nel secondo trimestre.

Come ogni trimestre andrai dal ginecologo. Durante questa visita farai l’ecografia morfologica, che è uno degli esami più importanti perché viene controllata la morfologia del feto e si possono escludere eventuali malformazioni. In questo periodo il rapporto tra quantità di liquido amniotico e dimensioni del bimbo è ottimale ed è molto più semplice e sicuro studiare il corpo del feto, che a questo punto è a uno stato di formazione avanzato. Inoltre vedrai assieme al ginecologo la struttura della placenta e lo stato del collo del tuo utero.

Se in precedenza c’è stata qualche complicazione il medico ascolterà anche il flusso sanguigno nel cordone ombelicale tramite ecodoppler, anche se ultimamente questa valutazione viene spesso eseguita anche senza che ci siano stati dei problemi pregressi.

La morfologica è un esame importantissimo perché serve come ulteriore accertamento in seguito al test di translucenza nucale. Se la probabilità che il tuo bimbo abbia malformazioni è alta, il medico può prescriverti anche un esame sierologico per fare maggiore chiarezza ed escludere la necessità di un esame invasivo. Si tratta del tri-test; i risultati vengono messi a confronto con le caratteristiche della mamma e permettono di stabilire con maggior probabilità il rischio di avere un bambino con anomalie cromosomiche. C’è anche la possibilità di svolgere un test non invasivo di screening neonatale (NIPT), che ha un’alta sensibilità (99%) soprattutto per le trisomie e non ha alcun rischio per il feto.

Per escludere del tutto che il bambino abbia anomalie cromosomiche, come la sindorme di Down,dovrai sottoporti ad esami invasivi come amniocentesi e villocentesi. Sono esami che il medico ti farà fare solo se c’è l’elevata probabilità che il tuo bambino nasca con malattie genetiche, perché comportano un rischio maggiore per il feto

Come ogni trimestre, il medico ti prescriverà anche le analisi del sangue e delle urine, ti misurerà il peso corporeo e la pressione arteriosa.

Intorno alla 25esima settimana eseguirai il test di O’Sullivan, che valuta la curva glicemica e l’eventuale presenza di diabete gestazionale.

A seconda del tuo stato di salute e degli esiti precedenti, i controlli possono essere ovviamente più serrati e il medico può consigliarti eventuali accertamenti da fare, per entrare serenamente nell’ultimo trimestre di gravidanza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *