MAGAZINE
sargabarack
Albicocche: alleate della salute
15 luglio 2017
rawpixel-com-256640
I 5 macronutrienti indispensabili in gravidanza
21 luglio 2017
Show all

Aumento di peso in gravidanza: quanti chili e quando

carlo-navarro-219810

L’aumento di peso durante la dolce attesa è normale ed è dovuto all’accumulo di grasso e  proteine da parte del nostro organismo, dall’ingrossamento degli organi materni, dall’aumento dei liquidi e, naturalmente, dal peso del piccolo.

Quanti chili?

Tenendo presente che l’aumento di peso dovrebbe raggiungere e non superare i 12,5 kg, è chiaro che ogni soggetto ha una storia a sé a seconda del proprio corpo e del proprio peso. Una donna sottopeso potrà “concedersi” fino a 18 kg, mentre a una donna gravemente obesa si consiglia di non superare i 7 kg.

L’aumento comprende ovviamente il peso materno, il peso fetale, placentare e del liquido amniotico.

Quali sono i rischi per una donna che aumenta troppo il suo peso durante la gravidanza?

Le future mamme che aumentano al di sopra della norma il loro peso hanno un maggior rischio di andare incontro a diabete gestazionale, ipertensione gestazionale, preeclampsia e macrosomia in caso di obesità grave. Insomma, mangiare per due è sbagliato e può avere, nei casi più gravi, ripercussioni anche sul parto, rendendolo più difficile.

Quali sono i rischi per una donna che aumenta troppo poco il suo peso durante la gravidanza?

I rischi non si presentano solo nelle donne che aumentano di tanto il loro peso durante la gravidanza, ma anche nelle future mamme che hanno problemi di sottopeso cronico. In questi casi si è più esposti a un parto pretermine o a ripercussioni sulla salute e sulla scarsa crescita del piccolo.

Quando?

L’aumento di peso solitamente è costante ma esistono dei periodi in cui il peso diminuisce o aumenta in modo evidente. All’inizio, ad esempio, tra nausea e vomito, spesso la futura mamma tende a diminuire il proprio peso. Appena le nausee finiscono si può riscontrare una crescita di più chili in appena 2 mesi. L’incremento evidente, che si aggira tra i 4-5 kg, si ha a partire dal secondo trimestre quando iniziano le cosiddette “voglie” e dei veri e propri attacchi di fame.

Durante gli ultimi tre mesi della dolce attesa, l’aumento di peso materno è dovuto principalmente alla crescita del piccolo e si aggira intorno ai 2-3 kg totali.

Qual è il peso giusto per te?

L’indicatore oggettivo per stabilire che il proprio peso è nella norma è il BMI (indice di massa corporea). Il BMI si calcola moltiplicando l’altezza per se stessa e dividendo il peso per il risultato della moltiplicazione.

 

 

Valuta la possibilità di anomalie fetali cromosomiche in modo del tutto sicuro, semplice e veloce con il nostro Panorama Test, la nuova frontiera dello screening prenatale.

Per la tua e la sua salute! Scopri di più sul nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *