MAGAZINE
Stress_donna
Stress in gravidanza, fa male a mamma e bambino
8 febbraio 2017
San_Valentino_love_Gravidanza
San Valentino col pancione
13 febbraio 2017
Show all

Allattamento al seno, interviene anche il Governo

allattamento_seno_famiglia

Allattamento al seno? Per OMS e UNICEF è un diritto fondamentale, sia dei bambini che delle loro mamme. Inoltre medici e ricerche scientifiche hanno confermato le conseguenze positive sulla donna e sul bambino dell’allattamento al seno.
Sono passati quasi dieci anni da quando il Governo italiano ha riconosciuto l’allattamento al seno una modalità naturale e normale per smafare un figlio: il 20 dicembre 2007 è stato stabilito un accordo con le Regioni italiane per formare figure professionali (operatori sociali e sanitari) specializzati nel sostegno delle mamme nella fase dell’allattamento.
Questo ufficialmente. Ma cosa dire di ciò che accade nel nostro quotidiano, di ciò che accade realmente alle mamme che si trovano costrette a dare il seno al proprio bambino?

In questi anni si susseguono fatti spiacevoli in tal senso e le mamme spesso riportano (a voce, sui forum, sui social) discriminazione quando allattano nei luoghi pubblici. Ad esempio vengono “sgridate” dai passanti nei centri commerciali, o viene loro vietato l’ingresso nei ristoranti.
L’ultima vicenda nota è quella della neomamma di Biella, costretta ad allontanarsi dall’ufficio postale dove si trovava poichè era consentito dare il latte solo col biberon.

Da questo e altri episodi simili è partita una petizione per chiedere una legge specifica a favore dell’allattamento al seno in luoghi pubblici, petizione che ha già raggiunto quasi 35.000 firme, e sono stati organizzati diversi flash mob tra cui uno a livello nazionale fissato per domani, sabato 11 febbraio.

Evidentemente la reazione delle mamme stavolta ha colto nel segno, tanto che è intervenuto anche il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Marianna Madia con la seguente direttiva:

 

“[…] Si richiama l’attenzione delle pubbliche amministrazioni e dei singoli dipendenti nella propria attività di erogazione dei servizi alla collettività, sulla necessità di assumere azioni positive, comportamenti collaborativi o comunque di non adottare atti che ostacolino le esigenze di allattamento.
I vertici e la dirigenza delle amministrazioni si adopereranno per prevenire comportamenti o atti in contrasto con le suddette finalità, anche nell’ambito di organismi controllati […]

Roma, 3 Febbraio 2017

Comments are closed.